mercoledì 3 settembre 2014

10 ANNI (E SON SOLO LA META')

Anche se quest'anno pare esser stata latitante e ballerina, l'estate, almeno da calendario scolastico, volge quasi al termine. Che poi non me ne vogliate quest'estate piovosa e singhiozzante a me non è neanche spiaciuta. Ho avuto meno mal di testa e non facendo troppo caldo, per la prima volta in undici anni mi sono anche un pochino abbronzata!
Così ho sfoggiato una faccia un po' meno sbattuta del solito alla nostra tradizionale festa di fine estate.
Il tema di quest'anno ha biecamente tagliato fuori i bambini e per una volta tanto ci siamo festeggiati noi genitori. In una giornata splendente e non afosa abbiamo festeggiato infatti i nostri dieci anni di matrimonio. Anche quel giorno il cielo era di un azzurro profondo e i piedi affondavano nel verde del prato.



E così abbiamo riunito amici vecchi e amici nuovi, abbiamo abbracciato da lontano gli amici assenti, ci siamo infilati veli e papillon e insieme al volgere dell'estate abbiamo sorriso a un pezzo del nostro cammino, che invero è iniziato ben prima di dieci anni fa.


Abbiamo mangiato, bevuto, mangiato. Qualcuno si è abbioccato e i papà hanno anche fatto una partita di basket che forse è durata tre minuti pieni.

cheesecacke alla mortadella



Patasgurzo ancora una volta si è occupato dei giochi e anche se come tema della festa avrebbe preferito matrimoni misti tra divinità e comuni mortali, si è rassegnato a trascinare i suoi amici in giochi più tradizionali.







Il sole ha tinto di rosa il cielo salutando ancora una volta una bellissima giornata.
Grazie a chi è stato con noi, in presenza e in spirito, per questa giornata, per questi dieci anni, per i nove precedenti e tutti quelli che ancora verranno.





CHEESECACKE ALLA MORTADELLA

Se un po' mi conoscete sapete che la metà delle mie ricette in realtà sono fallimenti, questa volta volevo stupirvi con una ricetta in verità buona. Sono stata anche attenta e ho scritto bene le quantità che avevo utilizzato, su un foglietto che ho diligentemente perso!
Sappiate però che si può fare un ceesecake salato alla mortadella piuttosto buono.
Per la base ho frullato taralli pistacchi e burro. Per la parte cremosa ho frullato formaggio spalmabile, altrimenti detto Philadelphia, con la mortadella e ho aggiunto della gelatina in fogli (ammollata strizzata sciolta). Ho mollato il tutto in frigo fino al momento in cui non mi sono decisa di decorare con mortadella e pistacchi.
Se azzeccate le dosi, bon appetit!

12 commenti:

  1. Fiuuu
    Ho ancora 7 anni e mezzo per impratichirmi e raggiungere il tuo livello di confezionamento festa per decimo anniversario di matrimonio! 😂 😂 😂

    Per inciso: l'estate 2014; è stata mica male davvero!!! Una delle mie preferite!

    RispondiElimina
  2. Le tue feste sono un incanto!

    RispondiElimina
  3. I tuoi resoconti sono sempre una meraviglia. E grazie per lo spunto: ho tre anni per organizzarmi (anche se con i miei tempi tre anni sono comunque pochi :-P)

    RispondiElimina
  4. Al primo posto la foto di Patagnoma con il filo che le esce dalla bocca, come un pesciolino! Al secondo la decorazione mortadella e pistacchi, da copiare. Al terzo la pignatta, che sembra un bellissimo lampadario per una cameretta. Troppo bello seguirti...Auguri!

    RispondiElimina
  5. bellissima festa! e bellissimo motivo per cui far festa!

    RispondiElimina
  6. Ho deciso: vuoi adottarmi? Una Bombetta fa sempre comodo quando piove no?
    Bacioni
    Serena

    RispondiElimina
  7. Splendida atmosfera, resto sempre stupita da come tu riesca a rendere tutto deliziosamente bello.

    RispondiElimina
  8. che bellezza! un abbraccio grosso!!

    RispondiElimina
  9. non so usarli questi commenti dei blog....sono Maria Bos.

    RispondiElimina
  10. Bellissimi scatti ricchi di sorrisi e semplicità...i giochi, gli stuzzichini...basta davvero poco per accontentare i Patasgnaffi!

    RispondiElimina
  11. Tanto lo sai che mi commuovo sempre, anche se scrivi "ciao", quindi ormai non te lo dico ma sappi che la commozione è anche dovuta al fatto che anche nel mio caso tra poche settimane arriverà lo stesso traguardo importante che purtroppo, per tanti motivi, non riuscirò a festeggiare con la stessa armonia, grazia e originalità. Siete proprio una famiglia unica e ti ringrazierò sempre per aver deciso di condividere con noi le avventure della Patafamiglia. Vi lovvo! E Patasgurzo è un mito! Mi piacciono i giochi tradizionali! Sono solidi! Come voi :-)
    un mega abbraccio
    vale

    RispondiElimina