mercoledì 16 maggio 2012

UNA NOTTE D'AMORE

L'altra notte passi lievi sulla scala e un sussurro " mamma sto male", mi hanno svegliata.
Ho seguito un sottile bambino biondo e l'ho accompagnato lungo due ore di straziante mal di pancia. Tra lenzuola stropicciate, piastrelle del bagno. Tra catini e tazze. Tra boule e canarini.
Patasgurzo è sempre stato il re della sceneggiata quando stava male. Non si è mai risparmiato nel manifestare, non dico il dolore, ma anche il più lieve malessere con urla e strepiti. Anche questa volta ha pianto, ma perchè io l'ho incoraggiato a farlo. Anche questa volta si è buttato per terra dicendo "oh mamma muoio, non ce la posso fare", ma poi si è fatto coraggio e ha anche trovato un sorriso.
Si è poi lasciato tenere tra le braccia e cullare. Si è fatto raccontare barzellette ma anche cantare la sua ninnananna.
E se una parte di me si è straziata come ogni volta che il dolore dei miei figli mi lascia svuotata, attonita, impotente e infelice, una parte di me si è goduta questa meravigliosa creatura che ha abbandonato tra le mie braccia il bambino che è svelandomi un poco dell'uomo che sarà.
Fortunatamente, come avevo promesso, in un paio d'ore il peggio è passato e una calmo respiro di sonno è di nuovo sceso in casa.
La mattina, con un irrilevante ritardo, il mio amore mi ha anche omaggiata del biglietto dimenticato per la festa della mamma:
"Mamma sei come un velo perchè hai le braccia morbide;
mamma sei come un 'aquila che cerca la preda perchè corri di qua e di là per noi;
mamma hai i capelli  come il grano dorato perchè li hai folti e biondi;
mamma hai gli occhi come perle perchè sono verdi come smeraldo;
mamma la tua bellezza mi rimarrà sempre impressa."
...il più bell'epilogo di una notte d'amore.



12 commenti:

  1. Sapessi a me che non ho dormito! ;-)

    RispondiElimina
  2. tutto questo amore seminato, da fruti meravigliose. Bravi che bella famiglia che siete! Mayda

    RispondiElimina
  3. ed ora come giustifico la lacrimuccia in ufficio? amore di mamma per un amore di figlio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fortunatamente è periodo di allergie!

      Elimina
  4. Mi sono emozionata! Bravo ometto di mamma!....<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fortunatamente ogni tanto ti sorprendono anche senza una palla di mezzo! ;-D

      Elimina
  5. Ma quanto scrive bene sta donna??? :-)

    RispondiElimina
  6. grazie tesoro, anche se la parte più bella non l'ho scritta io...

    RispondiElimina
  7. bello, dolce, favoloso. So bene quale fatica e quale apprensione implichi una notte del genere.
    Ed è bello avere, a coronamento, le sue parole così belle e così dolci, ritratto fedele di come sei mamma in gamba. Bacio.

    RispondiElimina
  8. Mamma mia...è vero che due ore così, in mezzo alla notte, hanno il loro peso, ma che ricompensa! Non so se augurarmelo anch'io ho no, ma solo perché sono una pigra pazzesca e le notti insonni mi fanno più paura di un'operazione.

    RispondiElimina
  9. sono commossa...

    RispondiElimina