mercoledì 23 luglio 2014

DODICI ANNI

Ieri era il tuo compleanno, il cielo prometteva tempeste, ma ogni tanto qualche raggio di sole vinceva il grigio. Alla fine un vento impertinente ha spazzato le nuvole, striando il cielo di rosa e buoni propositi.
La nostra vita con te è diventata molto simile, ogni giorno non sappiamo se ad attenderci ci sarà il sole, una fitta nebbia o una tempesta. Nello stesso giorno ci ripariamo sotto un ombrello, ogni tanto stretti insieme, ogni tanto io sotto una tettoia e tu a prenderti le gocce con il cappuccio tirato in testa e con uno sguardo che non ha capito se essere torvo o lanciare una sfida. Ma poi all'improvviso esce il sole, caldo, caldissimo, e non si può far altro che ridere. E infine viene il tramonto e poi l'ora calma delle stelle, e ancora c'è tempo per tenerti tra le braccia.
Dobbiamo imparare ad amare questo tempo pazzerello come amiamo te, con un amore che cresce ogni giorno, e te lo dico, anche se alzi le spalle e ti schernisci. Perché il meteo sarà sempre più imprevedibile, hai dodici anni amore mio.


6 commenti:

  1. Auguri giovane uomo! Le tempeste vanno e vengono..l'importante e' mantenere sempre un pochino divsole dentro, con cui abbagliare gli altri!

    RispondiElimina
  2. Mi viene da piangere perché sembra la descrizione di mio figlio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh mamma, di già?!!! ;-))

      Elimina
    2. Ormai siamo già ad almeno 3 anni di rodaggio. Ora dei 12 dovremmo essere degli esperti ;-)

      Elimina
  3. Un post meraviglioso. Complimenti parole stupende.
    Alessia

    RispondiElimina