giovedì 25 ottobre 2012

TESTA

Mi ricordo mio papà quando ero piccola. Le tapparelle abbassate, la casa risolutamente silenziosa.
Lui che compariva a tavola con il berretto beige calato sull'occhio.
Altre volte il silenzio e la penombra erano per mia mamma.
E mi ricordo di me, dell'infermeria della scuola, dei primi mal di testa, che erano come portare un cerchietto troppo stretto.
Sono cresciuta e lui con me.
Ora i miei figli crescono con il mantra "non urlare che la mamma ha mal di testa".
Per loro fortuna, non per mia in verità, penombra e quiete non mi servono a nulla, anzi il riposo quasi peggiora tutto. E allora corro come una trottola impazzita, arrabbiata e impazzita.
L'anno scorso Patasgurzo ha iniziato a lamentare sporadici mal di testa, ma ieri sera quando l'ho trovato a letto con un berretto calato sulla testa mi sono sentita morire.
Maledetta genetica!

11 commenti:

  1. Come ti capisco, l'emicrania perseguita anche me e la mia famiglia!

    RispondiElimina
  2. Spero che la mia piccola Gi non assomigli ai genitori, altrimenti siamo messi proprio male.... in questi casi davvero maledetta genetica!

    RispondiElimina
  3. Ne so qualcosa, due dei miei figli portano gli occhiali, come me sono astigmatici e anch'io dico: maledetta genetica!

    RispondiElimina
  4. L'emicrania è davvero un bruttissimo problema.. Gaia purtroppo c'è poco da fare se non, appunto, stramaledire la genetica. Mi dispiace.. :(

    RispondiElimina
  5. Conosco la genetica solo dal lato figlia, per ora... ma immagino ci si senta impotenti e dispiaciuti... un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. IDEM CONOSCO LA GENETICA ...MIO NONNO, MIA MADRE IO...SPERAVO ANDASSE BENE A SOFIA E INVECE...TALE A ME!! E NN HO RISOLTO NULLA CON GLI OCCHIALI!
    TI CAPISCO...MALEDETTA EMICRANIA GENETICA!

    RispondiElimina
  7. come ti capisco, ormai con l'emicrania ci ho fatto il callo, "amica" fedele dalla 5° liceo. Per fortuna che ora c'è un miciottino che mi fa compagnia tutte le volte che mi stendo/stende e si accoccola vicino a me come neanche un orso di pezza potrebbe fare!

    RispondiElimina
  8. Tutta questa compagnia e comprensione mi consola ma tattrista ragazze mie....un abbraccio di gruppo va!

    RispondiElimina
  9. Mi dispiace...Ps ho dato un'occhiata veloce al tuo blog e mi piace molto... Mi sono appena iscritta!

    RispondiElimina
  10. Povero... mi dispiace davvero!
    Eh sì, maledetta genetica : (
    Hai mai provato i fiori di bach?... magari per lui che è piccolo gli danno una mano, prova.

    Un'abbraccio!

    RispondiElimina