venerdì 23 novembre 2012

IL LATO OSCURO


Capisco che faticherete a crederci, ma Patama' ha un suo lato oscuro, nel senso di noir.
Da piccola per esempio, dormiva con le lenzuola tirate sulla faccia anche con cinquantamila gradi, per impedire che crudeli vampiri mordessero il suo tenero collo. Capirete bene che la situazione alla lunga non era gestibile e per questo decise che Dracula, il sommo vampiro per eccellenza, l'aveva presa sotto la sua ala protettrice, mettendola quindi in salvo dagli altri comuni  morti dotati di zanne.
La passione per i vampiri poi è cresciuta con lei, seguendo varie strade...anche se non è mai riuscita a prendere quella di Twilight!
Alle medie sognava una camera tutta nera, con una bara al posto del letto. Divorava romanzi gotici e declamava sanguinolente poesie.
Al liceo, pallida e vestita di nero, si guadagnava il soprannome di Morticia.
Ovvio quindi che anche i cimiteri abbiano sempre avuto un loro terribile fascino per la lugubre creatura. Se poi erano spersi, piccoli e sgarruppati tanto meglio.
Con gli anni il colore si e' fatto via via sempre piu' strada in lei che pero'  trova ancora estremamente rilassante passeggiare nei cimiteri. E non solo perche' non c'e' in giro anima viva (scusate, ma non potevo esimermi...colpa del mio spirito da patata). Se poi ci si va dopo i morti li si trova pieni di fiori colorati. I patasgnaffi piu' piccoli si divertono a raccogliere sassolini e superare ostacoli. I piu' grandi a guardare foto e inventarsi storie . Al pic nic non c'è ancora arrivata, ma non si sa mai!


















10 commenti:

  1. La prossima volta in toscana conosco un posticino...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ci sono anche i fuochi fatui vengo già domani!

      Elimina
  2. E si gioca bene a nascondino So...so!

    RispondiElimina
  3. la prossima volta lo faccio di sicuro!

    RispondiElimina
  4. No... É difficile trovare piacevole camminare in un cimitero!

    RispondiElimina
  5. Ah! Io ho gli zii messicani! Al pic nic ci penso io!

    RispondiElimina
  6. A me i cimiteri sono sempre piaciuti.. quando andavamo a trovare i bisnonni a quello di Monza che è grande, con viali ben curati e tombe decorate da statue, rappresentazioni, composizioni di alberelli, marmi di colori diversi mia mamma e mia zia raccontavano le storie delle persone e per quelli di cui non sapevano niente le inventavo io. Mi piace ancora adesso, qualsiasi cimitero. Poi è anche bello che tu abitui i bimbi a non averne timore, ma ad insegnargli che è un posto di pace e serenità.

    RispondiElimina
  7. Potrei averlo scritto io questo post!!!Da ragazza al liceo cn i miei capelli neri lunghi, il viso pallido e gli abiti neri mi chiamavano Morticia e poi divoravo i romanzi gotici, in primis Bram Stoker, Edgar Allan Poe, Lovecraft, Polidori ecc....
    I cimiteri mi sono sempre piaciut. Per quanto riguarda il picnic, in Messico sono molto più avanti di noi. Il culto dei Morti ha un grandissimo valore x loro infatti offrono ai defunti i loro cibi preferiti, sistemano in degli altarini le loro foto e pregano per le loro anime.
    Cate79

    RispondiElimina
  8. Ip invece non amo i cimiteri ne ho una repulsione ma convivo anche io con una parte un po' oscura che per lungo tempo mi ha spinto a vestirmi sempre di nero, considerando che mi chiamo Bianca prova ad immaginare il commento più frequente

    RispondiElimina
  9. In effetti fatico un po' ad immaginare la regina dei colori in versione Morticia... però ammetto che i cimiteri hanno un loro fascino. :)

    RispondiElimina