martedì 8 aprile 2014

UNA DOMENICA DIVINA

No, non è stata quella appena passata, viaggio in ritardo cronico, quindi la bellissima domenica di ieri ve la racconterò un'altra volta (eh sì, è inspiegabile come le bellissime domeniche si moltiplichino con il sole no?).
Domenica scorsa abbiamo riempito il cestino del picnic, i cestini per la verità, siamo una famiglia numerosa e affamata, siamo andati in riva al lago, abbiamo disteso le coperte e dato il via al primo petit dejeuner sur l'herbe  (dico così non per tirarmela sia chiaro, ma per non ripetere la parola picnic) della stagione.


Non eravamo soli, c'era anche Jacco un nostro amico che di lavoro fa il designer. Lui aveva meno cestini da merenda all'aperto (non so più che pesci pigliare) in compenso aveva un sacco di sedie.
I designer sono gente strana è risaputo. Malati anche di manie di protagonismo, noi ci eravamo portati dietro la crema solare lui invece un fotografo professionista. Bah, comunque gli vogliamo bene lo stesso.



Io mi sono subito seduta per terra perché così si fa nei ------ , i bambini invece, che si sa sono nati stanchi, si sono seduti sulle coloratissime sedie di Jacco. E hanno fatto bene perché in verità erano lì per loro, erano bambine anche loro, accompagnate dalla loro mamma.

il bellissimo cappello di Patagnoma viene da qui: http://www.redpepperhats.com/

La loro mamma si chiama Divina è nata qualche anno fa ed è già una celebrità. Esiste anche un papà divanetto, ma forse è rimasto a casa per guardare la partita in santa pace. Adesso sono nati un sacco di bambini colorati, roba che i Barbapapà sono dilettanti.
Tenerle a battesimo è stato bello, è stato bello ricominciare a mangiare sull'erba ed è stato ancor più bello che nessun bambino si sia buttato nel lago che è ancora piuttosto freddino.


Ci siamo così affezionati a loro che un paio le abbiamo anche portate a casa.


Ho fatto delle foto schifose un po' perché non ne avevo voglia e un po' perché mi vergognavo a portare la macchina fotografica visto che c'era uno che la sapeva usare davvero. Voi accontentatevi di queste ma mi raccomando se siete in giro per il salone cercate una foto delle BebèDivina con i Patasgnaffi, che sarà grande grande e, se avete voglia fatemela vedere su instagram o su twitter  taggandola con #patadivina #bebèdivina. Su facebook taggate me che con gli hastag lì non ho preso ancora confidenza.
Se siete tipi avventurosi non leggete gli indirizzi che infilerò a fine post (cioè adesso) e cercatevela da soli.
Buon fuori salone a tutti, a chi ci andrà e a chi lo seguirà virtualmente (sorte che più o meno toccherà anche me).











Sedia Hub@bug 18    via privata Gaspare Bugatti 18
Gooddesing up! Cascina Cuccagna
Supermodels via Giovanni Ventura 5, Lambrate

8 commenti:

  1. Leggerti come prima cosa al mattino è un vero piacere. E, come al solito, mi fai schiattare dal ridere. Quando nei miei prossimi commenti troverai ----------- è perché ormai mi ripeto sempre anche io.

    RispondiElimina
  2. pic-nic (oooooops) divino!

    RispondiElimina
  3. Vorrei che tutte le recensioni fossero come le tue :D. ps. Se qualcuno sul treno mi guarderà perplesso (sto ridendo da sola), gli dirò di cercarti e taggarti ;-)

    RispondiElimina
  4. Ti leggerei per ore! E' come sorseggiare champagne... mi riempi di bollicine :-)))

    RispondiElimina
  5. e comunque, io mi sono innamorata di quelle poltroncine... dici che un paio sarebbero disposte ad emigrare all'estero?! ;)

    RispondiElimina
  6. hanno già detto tutto loro prima di me. Sei una gioia!
    Maria

    RispondiElimina
  7. sei uno spasso... ora mi procuro la tovaglia a quadretti bianchi e rossi e via per un .. pranzo al sacco va bene?

    RispondiElimina
  8. Vabbè, ho capito: è il colore che viene a te!!

    RispondiElimina